IMG_4191.JPG

Il Ministero dell’Interno ha modificato ancora il modulo di autocertificazione per gli spostamenti alla luce delle indicazioni del Decreto Legge 25 marzo 2020 pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale.

 

Il nuovo modulo prevede, oltre alla dichiarazione di non essere sottoposti alla quarantena, di non essere risultato positivo al Covid-19 e di essere a conoscenza delle misure disposte dal governo nazionale, anche di essere consapevoli di eventuali ulteriori limitazioni disposte dai Presidenti delle Regioni coinvolte negli spostamenti. Dunque, in caso di spostamenti da una regione all'altra, bisognerà indicare sia quella di partenza sia quella di arrivo e il motivo dello spostamento. 

Il modulo, infine, esplicita una serie di situazioni di necessità per cui è consentito lo spostamento così da evitare il più possibile equivoci. Tra gli stati di necessità sono compresi, ad esempio, il rientro dall'estero, le denunce di reati, gli obblighi di affidamento di minori, l'urgente assistenza a congiunti o a persone con disabilità, il dover effettuare una visita medica, esecuzioni di interventi assistenziali in favore di persone in grave stato di necessità e altri motivi particolari. 

Nuovo modello di autocertificazione per gli spostamenti